repni

Aggiungi a preferiti

 
 
 

auto ferma in riparazione

Top 100 Joomla

Gnatologia e postura PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 03 Maggio 2011 19:05

La gnatologia cura i sintomi legati al disordine cranio-cervico-mandibolare: cefalea, dolori facciali, nevralgie facciali non meglio classificate, dolori vicino all’orecchio, orecchio chiuso, blocchi della mandibola, rumori articolari, difficoltà alla masticazione, usure dentali, piorrea, dolori della colonna cervicale, instabilità motoria, problemi posturali. Difficoltà alla deglutizione e sintomatologie linguali, colpo di frusta.

Cefalea, dolori cervicali, dolori facciali vicino all’orecchio, blocchi della mandibola, disfagia, vertigini sono i problemi causati dalle disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare in quanto la bocca partecipa ad importanti funzioni: masticazione, deglutizione, fonazione, stabilizzazione del capo e per contiguità anatomica alla percezione dei suoni. Inoltre l’espressività emozionale si realizza nel viso, nella parola e nel bruxismo diurno e notturno.

La centralità sensoriale del capo: dodici paia di nervi cranici e in particolare del trigemino permette di spiegare come il movimento della mandibola che si realizza tramite l’articolazione temporo-mandibolare possa essere coinvolto in tante sintomatologie dolorose.

La gnatologia odontoiatrica ha per oggetto lo studio della bocca e il vincolo dentale ai movimenti della mandibola necessari per realizzare queste funzioni . I muscoli facciali e del collo, i denti, le articolazioni temporo-mandibolari e più in generale la postura dell’individuo sono coinvolti in tutto ciò sia nei rapporti statici sia dinamici.

Le viisite gnato-posturali si eseguono mediante l'utilizzo di strumenti diagnostici quali:

  • PEDANA POSTURO-STABILOMETRICA

  • ELETTROMIOGRAFO DI SUPERFICIE

Esame con pedana posturo-stabilometrica

L'esame posturo-stabilometrico permette di registrare e valutare i baricentri corporei e podalici, la distribuzione dei carichi pressori, il mantenimento dell'equilibrio corporeo e l'energia spesa per il mantenimento dello stesso, le oscillazioni antero-posteriori e laterali ed un insieme di valori tesi a valutare l'energia globale consumata dal paziente per mantenere un corretto assetto posturale.

A seguito di tali esami si possono differenziare e diagnosticare patologie posturali di origine visiva, occlusale-discendente, ascendente o miste.

Esame elettromiografico

L'esame elettromiografico viene eseguito con eletrodi di superficie e serve per misurare e valutare il potenziale neuro-muscolare dei muscoli masticatori a riposo e in attività e la stabilità occlusale.

Il muscolo mantiene una certa attività elettrica anche a riposo, tale tono muscolare ha lo scopo di contrastare la forza di gravità mantenendo in equilibrio le strutture del nostro corpo determinando il tono posturale.

Anche i muscoli masticatori interessati dai movimenti della mandibola sono muscoli posturali.”

A seguito di tali tests si può procedere all'esecuzione di bite individualui finalizzati ad una terapia gnatologico-posturale che mira ad un riequilibrio energetico-posturale, anche in associazione a trattamenti manipolitivi di tipo fisio-osteopatico cranio-sacrale che mirano ad un riequilibrio energetico-posturaqle con relativo benessere psico-fisico del paziente.

---------------------------------------------------------------

Ringraziamo lo Studio Dentistico Casiraghi Rossini



Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Ottobre 2011 09:35
 
Copyright © 2017 Portale di AutoInformazioni. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.